Dichiarazione per il “Decennio della Riduzione del Danno”

HR Conference 2015Fonte: Fuoriluogo

Dal 18 al 21 ottobre si è tenuto a Kuala Lumpur in Malesia la 24° Conferenza Internazionale sulla riduzione del danno. Policymakers, persone che usano droghe, operatori del settore e membri delle istituzioni mondiali, attraverso una serie di organizzazioni internazionali hanno redatto la dichiarazione per il “Decennio della Riduzione del Danno”, un documento che presenta un approccio differente e opposto al decennio di lotta alla droga – fallito e tuttavia nuovamente rilanciato dopo dieci anni – dall’Unodc a Vienna, prima nel 1998 a e poi nel 2008. Di seguito il testo tradotto e il link della pagina (in inglese) in cui poter firmare a supporto della dichiarazione.Nel 1998, la comunità internazionale si riunì presso la sessione speciale dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGASS) sulle droghe a New York con lo slogan “A Drug Free World – We Can Do It” (Un mondo libero dalle droghe – Possiamo farlo!). Da quel momento, invece di realizzare un mondo senza droghe abbiamo assistito all’aumento dei danni causati dal sistema punitivo di controllo delle droghe in tutti gli angoli del mondo: un elenco che comprende violazioni dei diritti umani contro le persone che fanno uso di droghe, diffusione del virus HIV e HCV, epidemie causate in special modo da iniezioni non sicure, alti livelli di overdose in molti paesi e incarcerazioni di massa come conseguenza diretta delle punitive leggi  sulle droghe.

Il mondo ha bisogno di alternative a queste politiche fallimentari e controproducenti. Nel mese di aprile 2016, i leader si riuniranno nuovamente a New York, in un altro UNGASS sulle droghe, un evento che offre l’opportunità di imparare dalle politiche del passato e costruire una risposta alternativa al consumo di droga basata sulla scienza, sulla salute pubblica, sui diritti umani e sulla dignità. Quest’occasione offre l’opportunità di fare della riduzione del danno un principio guida negli approcci nazionali e internazionali al consumo di droga, che si focalizza sul proteggere e migliorare la salute e il benessere delle persone che fanno uso di droghe piuttosto di mantenere l’attenzione sulla punizione e il divieto in nome dell’eliminazione della droga.

Noi, sottoscritti, chiediamo ai governi e alle organizzazioni internazionali di:

  • Approvare e adottare la riduzione del danno come principio chiave della politica sulle droghe nella risposta globale al consumo di droga durante il prossimo decennio .
  • Spostare una piccola porzione di finanziamenti dalle inefficaci attività punitive di controllo della droga alle politiche per la salute, ai diritti umani e alle risposte di riduzione del danno, e fissare un obiettivo globale di spostamento del 10% dei finanziamenti entro il 2020 in occasione della prossima UNGASS.
  • Fermare la criminalizzazione delle persone che fanno uso di droghe e tutti quei quadri giuridici punitivi che alimentano la trasmissione di HIV, overdosi, incarcerazioni di massa e violazioni dei diritti umani.

La fornitura di servizi di riduzione del danno non può più essere vista come una scelta politica a discrezione dei governi, ma deve invece essere intesa come un obbligo degli Stati al fine di rispettare i loro obblighi internazionali sul rispetto del diritto alla salute. Raggiungere l’obiettivo di promuovere la salute e il benessere del genere umano dichiarato dal regime di controllo della droga delle Nazioni Unite richiede anche maggiore impegno nel rispetto dei principi fondamentali della riduzione del danno.

La riduzione del danno si è  dimostrata capace di salvare vite umane, promuovere la salute, salvaguardare i diritti umani e la dignità delle persone che fanno uso di droghe. E’ tempo che la comunità internazionale abbracci questo successo e si assicuri che i prossimi dieci anni siano il Decennio della Riduzione del Danno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...